Corso di dottorato di ricerca in «Le Forme del Testo» ciclo 34°, Università di Trento

Occupazione: 
Posti disponibili: 
8
Scadenza: 
17/05/2018
Attenzione, concorso scaduto!
Tipo: 
Cittadinanza: 
Contratto: 
Titolo di studio: 

Ammissione al corso di dottorato di ricerca in «Le Forme del Testo», anno accademico 2018/2019, ciclo 34°. (GU n.30 del 13-04-2018)

Requisiti: 
1. Possono presentare domanda di partecipazione al concorso di ammissione al Corso di Dottorato di Ricerca di cui al precedente articolo, senza limiti di sesso, di età e di cittadinanza, coloro che sono in possesso di: a) laurea magistrale attivata ai sensi del Decreto Ministeriale 22 ottobre 2004 n. 270, oppure b) titolo di studio italiano ad essa equiparato (ordinamenti previgenti, laurea specialistica, titoli accademici di secondo livello rilasciati da istituzioni facenti parte del comparto AFAM-Alta Formazione Artistica e Musicale), oppure c) titolo accademico conseguito all’estero presso un’istituzione accademica ufficialmente riconosciuta, che: - consenta l’ammissione al Dottorato di Ricerca nel sistema di istruzione/Paese di rilascio (salvo differenze sostanziali), - sia equiparabile per durata, livello e campo disciplinare al titolo italiano richiesto1 , - sia valutato idoneo2 dalla Commissione giudicatrice ai soli fini dell’accesso al Corso di Dottorato (vedi nota 1 a piè di pagina). 2. Possono partecipare alla selezione anche coloro che conseguiranno il titolo richiesto (di cui al comma 1 dell’art. 2) entro il 17/05/2018. In questo caso l’ammissione delle candidature al concorso avverrà con riserva. Entro e non oltre il 30/05/2018 dovrà essere trasmesso alla Divisione Supporto Corsi di Dottorato e Alta Formazione – Polo Città e Rovereto (tramite fax al numero: +39 0461 282191 o tramite email all’indirizzo phd.office-cssh@unitn.it), il certificato relativo al titolo conseguito o l’autocertificazione (vedi Allegato A), pena l’esclusione dalla selezione. 3. I candidati e le candidate in possesso di un titolo accademico straniero che è già stato dichiarato equipollente3 a un titolo di secondo ciclo italiano dai competenti organi accademici di università italiane, dovranno allegare, nell’apposita sezione della domanda online, il relativo provvedimento di equipollenza (Decreto Rettorale). 4. Coloro che sono in possesso di un titolo accademico straniero che non sia stato dichiarato equipollente (vedi nota a piè di pagina 3) al titolo italiano richiesto (Laurea Magistrale/Specialistica/vecchio ordinamento), faranno implicita richiesta di valutazione dell’idoneità del titolo di studio nella domanda di ammissione al concorso, allegando alla domanda online la necessaria documentazione.
Dove va spedita la domanda: 
Online http://www.unitn.it/apply/dott
Contatta l'ente: 
Divisione Supporto Corsi di Dottorato e Alta Formazione - Polo Citta' e Rovereto - Universita' degli Studi di Trento, Via Verdi, 26 - 38122 Trento. E-mail: phd.office-cssh@unitn.it www.unitn.it/node/1620
Prove d'esame: 
La prova orale sarà volta a una verifica: - del livello delle conoscenze possedute nell’ambito disciplinare di riferimento del progetto di ricerca presentato; - del possesso delle seguenti competenze linguistiche: • nel caso sia stato allegato alla domanda il certificato attestante la conoscenza di una seconda lingua tra francese, inglese, spagnolo e tedesco, con livello minimo B2 di cui al precedente articolo 4, verrà accertato il possesso di competenze linguistiche attive (saper parlare/scrivere) e passive (saper capire e leggere) per l’italiano e di competenze passive in almeno una lingua straniera a scelta tra inglese, tedesco, francese e spagnolo diversa da quella per la quale si è presentato il certificato attestante la conoscenza; • nel caso non sia stato allegato alla domanda il certificato attestante la conoscenza di una seconda lingua tra francese, inglese, spagnolo e tedesco, con livello minimo B2, verrà accertato il possesso di competenze linguistiche attive (saper parlare/scrivere) e passive (saper capire e leggere) oltre che per l’italiano, anche in una lingua straniera a scelta tra inglese, tedesco, francese e spagnolo, nonché il possesso di competenze linguistiche passive in almeno un’altra lingua straniera a scelta tra inglese, tedesco, francese e spagnolo.

Concorsipubblici.com consiglia

Vuoi avere notifiche dei prossimi concorsi?
Registrati gratuitamente