La tutela dell’opera multimediale

La definizione di opera multimediale non può prescindere da una indagine etimologica. Con il termine “media” si intendono, comunemente, i mezzi di comunicazione di massa: stampa, radio, televisione e, recentemente, Internet. Il concetto di multimedialità riferito ad un’opera dell’ingegno, ha riguardo proprio alla coesistenza e combinazione, in un unico prodotto, di opere di generi diversi (immagini, testi, parole e suoni) e tradizionalmente fruite attraverso “media” differenti. Tale coesistenza è resa possibile dalla traduzione delle diverse opere in un formato omogeneo, quello digitale; la loro amministrazione simultanea, invece, da un software cosiddetto “di gestione”. L’opera multimediale, infatti, assurge al rango di bene tutelabile dall’ordinamento per il solo fatto di assemblare insieme e rendere fruibili, in modo differente rispetto al passato, intere opere o parti di esse già esistenti e tutelate singolarmente.

Scritto da LeggiOggi, il 30-05-2011
LinkConsiglia







Collabora

ZioBudda.net sta crescendo sempre di più, ma mi serve una mano per portare avanti i progetti e per rendere il sito sempre più bello e pieno di informazioni.






Si ringrazia:

Unbit.it Cybernetic.it website counter