I 10 CEO più potenti del Web secondo Wired

Il CEO ( chief executive officer) è un concetto utilizzato soprattutto in economia e nel giornalismo ed è la persona che ha il potere decisionale come delega da parte del consiglio di amministrazione. Nelle società più giovani il CEO è spesso lo stesso fondatore. Wired è una celebre rivista mensile leader nelle tematiche di carattere tecnologico e di come queste influenzino la cultura, l'economia, la politica e la vita quotidiana.

Ecco l'elenco dei CEO più potenti del mondo scelti da Wired Italia:

Mark Zuckerberg: Il fondatore e CEO di Facebook ha un patrimonio netto valutato in oltre 6,9 miliardi di dollari di cui condivide il 24% con la sua società Facebook Inc.

Larry Page: Con Sergey Brin è il fondatore di Google e recentemente è stato annunciato che sarà il nuovo CEO della sua creatura dopo che per 10 anni questo importantissimo ruolo è stato ricoperto da Eric Schmidt.

Gianluca Cozzolino: E' il CEO di Ciaopeople, una media company napoletana che veicola oltre 25.000.000 di pagine viste mensili e che non ha mai ricevuto finanziamenti da parte di venture capitalist.

Dick Costolo: Dopo aver ricoperto il ruolo di COO e aver ottenuto ottimi risultati, ora Dick Costolo è stato chiamato dall’amministrazione del gruppo a ricoprire la carica di CEO per monetizzare il più possibile la pubblicità sulla piattaforma.

Robin Li: E’ il co-fondatore e CEO di Baidu, il più grande motore di ricerca cinese.

Michael L. Chasen: E’ il fondatore il CEO della Blackboard Express, società nata nel 1997 e leader nei servizi all’educazione digitale con un capitale di mercato poco inferiore al miliardo di dollari.

Adam Norwitt: E’ il CEO di Amphenol, azienda tra le maggiori produttrici al mondo di fibre ottiche per connessioni veloci e sistemi di cablaggio.

Dara Khosrowshahi: E' il CEO di Expedia, il più grande portale/motore di ricerca (booking service) di viaggi del mondo.

Michael G. Rubin: Fondatore e CEO della GSI Commerce leader nella fornitura di servizi di e-commerce è universalmente riconosciuta come l’azienda che muove il mercato del commercio online.

Massimo Banzi: E' il CEO di Tinker, la società che segue l’evoluzione del progetto Arduino, un microprocessore open source, messo gratuitamente a disposizione di chiunque lo voglia utilizzare, modificare o vendere e che, dopo la sua diffusione gratuita sul Web, ora viene utilizzato in tutto il mondo.


Scritto da pivari, il 27-01-2011
LinkConsiglia.

Rilasciata una nuova versione di Wicd software libero per la gestione di reti wireless per il sistema operativo GNU/Linux

wicd_client_logo.png Wicd, acronimo di «Wireless Interface Connection Daemon», è un software libero per la gestione di reti wireless e via cavo per il sistema operativo GNU/Linux. La sua creazione è iniziata nel 2006 con il vecchio nome di «Connection Manager». Wicd non effettua un collegamento automatico a connessioni sconosciute, ma permette di utilizzare automaticamente una rete wireless specificata in precedenza. Wicd, al contrario di NetworkManager, che richiede GNOME, non ha tra le dipendenze uno specifico Desktop environment. Wicd è composto da un demone e da un'interfaccia grafica che comunicano tra di loro attraverso D-Bus. Solitamente il demone è configurato per essere avviato assieme al sistema: questa organizzazione permette quindi la modifica della connessione in uso senza dover necessariamente ottenere privilegi dell'utente root. Oltre a ciò, la separazione tra front-end e back-end permette lo sviluppo di ulteriori interfacce grafiche. Wicd è attualmente incluso in alcune distribuzioni Linux, come Sabayon Linux, Slackware, Zenwalk Linux, Arch Linux e Debian GNU/Linux.

Scritto da ntolentino, il 21-01-2010
LinkConsiglia

Ubuntu Studio 8.04. Ecco le novità della nuova versione

Ubuntu studio.png Come accennavo nell’articolo su Mythbuntu, l’uscita di Ubuntu Hardy Heron, ha un po messo in ombra le nuove versioni delle distro che ne seguono il circolo di rilascio semestrale. Oggi voglio parlarvi di Ubuntu Studio 8.04, una ottima distribuzione per la produzione multimediale. A differenza di Kubuntu, Ubuntu Studio 8.04 è una versione LTS (con supporto a lungo termine). Le principali novità di questo rilascio sono: Gnome 2.22.1, X.Org 7.3, ALSA 1.0.16, Firefox 3 beta 5, l’introduzione di Pulse Audio, il supporto a Wubi, la  sostituzione di Serpentine con Brasero e tanto altro. Per quanto riguarda l’audio, non ci sono grandi cambiamenti, sono state solo inserite le versioni più recenti dei principali software: Ardour v2.3.1, Jack v0.109.2, Qjackctl v0.3.2, Audacity v1.3.4b, Mixxx v1.6b2, Lashd v0.5.4, Rosegarden v1.6.1, Jack Rack v1.4.7.

Scritto da koo23, il 05-05-2008
LinkConsiglia







Collabora

ZioBudda.net sta crescendo sempre di più, ma mi serve una mano per portare avanti i progetti e per rendere il sito sempre più bello e pieno di informazioni.






Si ringrazia:

Unbit.it Cybernetic.it website counter